Cappellari_1406

MISANO UN WEEKEND DI IMPREVISTI PER CAPPELLARI IL SECONDO ROUND STAGIONALE DELL’ITALIANO TURISMO

Inizia all’insegna di un meteo incerto il weekend a Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Daniele Cappellari dopo aver effettuato un turno di prove libere per verificare il lavoro di assetto modificato dopo la gara di Adria, si presenta nelle qualifiche ottenendo un quinto posto per lo start di Gara 1 ed un sesto piazzamento per la griglia di Gara 2.

Gara 1 “la cronaca” Cappellari parte bene in Gara 1 ed è subito bagarre puntando alle prime posizioni. Il passo gara è decisamente migliorato, ma al quinto giro il pilota veneto inizia a sentire che la Seat Leon perde in prestazioni e dopo aver comunicato il problema ai box al sesto giro si arriva alla decisione di ritirarsi dalla gara per evitare di incorrere in altri danni . In serata dopo aver ritirato la vettura dal parco chiuso, si scopre che il problema era dovuto al manicotto della turbina che era uscito dal suo alloggiamento. Nel giro di un paio d’ore il pilota del Team Bassano ripara la vettura ed è pronto per presentarsi l’indomani mattina in griglia di gara 2.

Gara 2 “la cronaca” Tempo incerto in mattinata sul circuito di Misano quando torna in pista il Campionato Italiano Turismo. Allo spegnersi del semaforo rosso Cappellari scatta bene e da sesto si porta subito quinto. Il suo passo è più veloce degli avversari che lo precedono al quarto e terzo posto e la bagarre è incessante per tutta la gara. Cappellari non demorde e mantiene un passo veloce (più basso del tempo segnato durante le qualifiche) per tutti i venticinque minuti di gara. Mancano pochi giri al termine e si porta quarto, posizione che manterrà fino allo sventolare della bandiera a scacchi.

Il prossimo appuntamento con il Campionato Italiano Turismo sarà il 2 e 3 luglio all’autodromo di Magione. Entrambe le gare saranno in diretta TV su SportItalia (DGT 60/153 – SKY225) e web su SporTube.tv. Tutte le info su Daniele Cappellari le potete trovare sul sito web www.danielecappellari.it

foto. Claudio Signori

a cura di Fabiola Forchini