Dronero_1006

Rally delle Valli Cuneesi e rally della Pietra di nuovo riuniti, un super evento a inizio settembre

L’accorpamento crea un super-evento di motori che fra Dronero e Bagnolo fa il bis, dopo il successo dell’anno scorso. L’organizzatore Sport Rally Team replica la formula, con diverse novità.

Due gare distinte, un unico grande evento, settembrino: dopo il successo 2015, sono di nuovo accorpati in una sola data, nei giorni 1- 2 – 3 settembre, il 22° rally internazionale delle Valli Cuneesi e il 23° rally nazionale della Pietra di Bagnolo, i due principali appuntamenti agonistici organizzati dallo Sport Rally Team guidato da Piero Capello. “Un esperimento – spiega l’organizzatore – che l’anno scorso è piaciuto sia agli addetti ai lavori che al pubblico, e che quindi riproponiamo con la stessa formula, che consente di ottimizzare la logistica e ridurre i costi generali, senza minimamente derogare agli standard di sicurezza, se possibile più stringenti che mai”.
I dettagli del “super evento” rallistico, il più titolato della stagione piemontese 2016, maturano in questi giorni. Si replica il format 2015, con qualche novità. Percorso analogo per le due gare (ridotto per il “Bagnolo”). Stesso ampio scenario: le vallate occitane del Cuneese attorno al Monviso, Val Pellice, valli Infernotto e Po, fino alla Valle Gesso, transitando per la Val Bronda, il Saluzzese, le Valli Varaita, Maira, Grana. Quartier generale a Dronero (Cn), con la cittadina di Bagnolo (Cn) comunque coinvolta.
Partenza da piazza Manuel, Dronero, venerdì 2 settembre, intorno alle 17, con arrivi nel pomeriggio di sabato 3.
Per l’undicesimo anno consecutivo il “Valli Cuneesi” Memorial Johnny Cornaglia fa parte dell’International Rally Cup, circuito quest’anno articolato su tre gare (con il Taro e il Casentino). A Dronero si celebrerà la finalissima dell’Irc Cup Pirelli 2016, che consacrerà i campioni della serie, assegnando il ricco montepremi in denaro (in Italia non ha eguali), complessivamente di oltre 200mila euro
Novità di quest’anno, il Valli Cuneesi è contemporaneamente anche la finalissima 1a Zona (nord) della Coppa Italia Aci Sport, serie articolata su 5 eventi (ultimo dopo Laghi, Alba, Lanterna, circuito di Cremona).
A Dronero la vittoria l’anno scorso era andata a Corrado Fontana e Nicola Arena con la Hyundai i20 Wrc del team HMI, che si erano anche “laureati” campioni assoluti Irc 2015.
Il contestuale Rally Nazionale della Pietra di Bagnolo era stato vinto dall’equipaggio Claudio Marenco-Arianna Ravano su Ford Fiesta R5.

Il teatro di gara 2016 avrà un’altimetria che va dai 300 fino ai 1.500 metri, un rapporto salita-discesa quasi pari, sviluppato su un vasto territorio, in modo anche da generare una più diffusa ricaduta sull’indotto turistico ed economico, anche oltre la città in cui è montata la pedana, Dronero, che da 8 anni ospita il rally. Stesse – molto lunghe – prove speciali del 2015, che, appena rivisitate, superano ora i 23 km.
Rally delle Valli Cuneesi articolato su 8 prove speciali (Montoso, Montemale, Madonna del Colletto, Valmala, tutte da ripetere), con 138 km di tratti cronometrati.
Rally della Pietra su 6 ps (le stesse, esclusa Valmala), con 80 km cronometrati.
Il Valli Cuneesi continua ad avere valenza internazionale – è infatti gara iscritta a calendario Fia (Federazione Automobilistica Internazionale) il che autorizza la partecipazione di equipaggi provenienti da tutto il mondo, incentivati da Srt con quote di partecipazione ridotte – a fianco di svariate validità: Campionato regionale Aci Sport, Trofei Peugeot e Renault, Challenge delle Polizie, Memorial Johnny Cornaglia, Trofeo Gianfranco Giorsetti, Trofeo GianPiero Turletti, e il neonato Rally Piston Cup che mette in palio premi in denaro per oltre 30mila euro.

Ricco, come sempre nello stile Srt, il carnet degli eventi collaterali. Nella sera della vigilia, giovedì 1° settembre, novità sul fronte dell’intrattenimento. A Dronero è di scena la finale provinciale del talent “Zenzero il Tour dei talenti” ideato e condotto da Andrea Caponnetto (Radio Savigliano). Uno spettacolo itinerante che, rodato da anni in studio, gira oggi le piazze mettendo in vetrina i più promettenti performer del territorio, dando spazio a bravura e originalità.
Bagnolo ospita invece l’animazione della sera di venerdì 2 settembre, accogliendo gli equipaggi di entrambe le gare, fra un passaggio e l’altro sulla prova di zona. La cittadina che per 22 anni ha fatto da base al “Pietra” propone una serata di musica e “rifocillamento” aperta al pubblico e resa possibile dalla collaborazione di Comune, Pro Loco, Unione Cavatori.
Tutti gli equipaggi di entrambi i rally esordiranno in gara il venerdì 2 con un passaggio sulla lunghissima prova (23 km), che accorpa in sostanza le ex Morelli (7 km) e Montoso (16) del Bagnolo, più trasferimento da Dronero (60 km). Finito il primo giro, rientro in Bagnolo per un riordino lungo quasi due ore, con pausa musica, cibo, eventi collaterali. Poi secondo passaggio, in notturna, sulla ps, e nuovo trasferimento a Dronero.
La gara ripartirà il sabato 3 mattina con l’effettuazione delle altre prove: le classiche “Montemale” (11 km) che, per migliorarne la sicurezza, si effettuerà al contrario rispetto al 2015, e “Madonna del Colletto” accorciata per necessità logistiche a 15 km. Doppio passaggio, riordino e assistenza a Dronero. Poi ecco la rivisitata “Valmala”, di oltre 19 km, rispetto ai 10 km di sempre. Nel pomeriggio di sabato, primo passaggio sulla ps 7 (Valmala), poi accoglienza nel paese di Rossana da parte dell’amministrazione per il riordino, ripetizione della Valmala (ottava e ultima ps) e arrivo a Dronero, con cerimonia di premiazione del Valli Cuneesi verso le 19. Gli equipaggi invece del Bagnolo, che non effettueranno la ps Valmala, dopo la ripetizione della Madonna del Colletto si dirigeranno verso il palco di arrivo a Dronero per la cerimonia di premiazione che si terrà verso le 16.
La iscrizioni a entrambe le gare saranno aperte fra il 3 e il 29 agosto. Tutti i dettagli su www.sportrallyteam.it