Audi_1006

A Misano i migliori tempi del venerdì hanno il sigillo Audi Sport Italia

Il Campionato Italiano Gran Turismo 2016 continua ad essere “inseguito” dal tempo capriccioso, ma i piloti Audi Sport Italia finora non si sono fatti turbare dalle incertezze del meteo. Lo conferma oggi Misano Adriatico, dove al mattino la nuova R8 LMS ha firmato il miglior tempo tra le SGT3 e la gloriosa R8 LMS ultra il miglior tempo tra le GT3, siglato al pomeriggio. Insomma, il cronometro pare davvero amico dei piloti Audi. Almeno in prova, visto che in gara uno sabato pomeriggio le cose cambieranno: infatti il cronometro aggiungerà al momento del pit-stop molti secondi di handicap ad entrambi gli equipaggi (come prevede il regolamento per i buoni risultati ottenuti due settimane fa ad Imola). Ma durante la indispensabile messa a punto pre-gara il team ed i piloti di Emilio Radaelli continuano a prepararsi al meglio come se non fosse così, nella convinzione di avere al momento determinante, sotto la bandiera a scacchi, un altro buon responso dal cronometro…

Nel primo turno Marco Mapelli, dopo essersi alternato in vetta con Mirko Bortolotti, a poco meno di cinque minuti dalla conclusione si insediava al comando grazie al tempo di 1:34.188, 248 millesimi davanti al rivale della Lamborghini che guida il campionato insieme a Jeroen Mul ed un punto davanti al brianzolo e a Filipe Albuquerque. Il portoghese e Mapelli sono stati avanti anche al pomeriggio, fino a poco più di nove minuti dalla fine, quando proprio Bortolotti è sgattaiolato al primo posto assoluto (1:34.740) con 81 millesimi sulla Audi R8 LMS di cui Albuqueruque aveva appena preso il volante. Alla fine il pilota della Huracan si è migliorato ancora (1:34.646) ma non abbastanza da strappare alla coppia Audi il miglior crono della giornata.

Tra le GT3 è stata la giornata del pilota di casa Emanuele Zonzini: primo al mattino (1:35.098) davanti all’agguerrita Gallardo di Postiglione per oltre un decimo, al pomeriggio il sammarinese è tornato in testa nella sua classe poco prima della bandiera rossa, e quando la sessione è ripresa con tenacia si è migliorato con un tempo (1:34.928) in zona-Cesarini che gli è valso anche la sesta miglior posizione assoluta, nonostante sia in lizza in una categoria che annovera le vetture omologate fino al 2014. Il suo compagno di team Matias Russo era per la prima volta alle prese con il tracciato intitolato a Marco Simoncelli, che ha subito molto gradito. Non gli è riuscito ancora di piazzare una “zampata”, ma i buoni riscontri che ha visto nelle pagine degli “ideal time” hanno dato all’argentino una carica di fiducia per l’esito del weekend in Riviera.