Onidi_2802

SCUDERIA COLONI SUBITO AL TOP A JEREZ

Scuderia Coloni ha dato il via al suo 2012 nel migliore dei modi. A Jerez, dove i team GP2 si sono riuniti per la prima sessione di test collettivi della stagione, la squadra italiana ha saputo ricominciare da dove aveva lasciato, confermandosi al top proprio come alla fine della scorsa stagione: Fabio Onidi ha infatti chiuso la giornata con il secondo tempo assoluto (1’26”217) mentre Stefano Coletti ha terminato con il nono grazie a un 1’26”891.

Entrambi i riscontri sono stati ottenuti al mattino, la sessione che tutte le squadre hanno scelto per cercare la prestazione, viste anche le temperature favorevoli. Nella sessione pomeridiana invece Scuderia Coloni ha preferito concentrarsi sui long-run, provando in assetto da gara sia per quanto riguarda il carico di benzina che la configurazione aerodinamica.
Del resto il lavoro da fare era tanto, sia per quanto riguardava le nuove specifiche delle gomme Pirelli che con i nuovi regolamenti tecnici che permettono più libertà nel set-up delle ali, e il team è uscito da questa prima giornata con dei segnali estremamente positivi, che mostrano come anche il lavoro svolto durante la pausa invernale abbia portato lo sviluppo nella giusta direzione.

Stefano Coletti: “È stata una giornata molto positiva per noi, abbiamo fatto più di 50 giri e lavorato molto bene in ottica gara con dei riscontri ottimi, considerando anche che non abbiamo mai utilizzato la mescola più morbida messa a disposizione dalla Pirelli. Abbiamo anche provato la nuova configurazione da massimo carico permessa dal regolamento e devo dire che sono rimasto davvero colpito dalla quantità di downforce che la macchina è in grado di generare con quel setup, mi sono trovato subito a mio agio. È stato un buon inizio, adesso ci aspettano altre due giornate intense”.

Fabio Onidi: “Avevo ottimi ricordi dell’ultimo test a Jerez, a settembre, e sapevo che trovare lo stesso feeling di quei giorni sarebbe stato fondamentale. Era quello l’obiettivo ed ero fiducioso di poterlo centrare, ma quello che mi ha stupito è esserci riuscito così in fretta. Appena salito in macchina ho capito che si poteva far bene, e con il secondo treno di gomme il tempo è venuto con facilità. Credo sia merito anche del lavoro al simulatore che abbiamo fatto nell’inverno, perché una volta sceso in pista i riferimenti erano praticamente gli stessi che avevo sulla pista ‘virtuale’, un motivo in più per fare i complimenti al team. Abbiamo preso la direzione giusta, ora dovremo continuare così nei prossimi giorni”.

Filippo Zanier
Scuderia Coloni Media Officer