peugeot_2705

PARTE LA SECONDA PROVA DEL TROFEO RALLY TERRA

Torna il Trofeo Rally Terra, questa volta abbinato al Campionato Italiano Rally, grazie al 23° Rally Adriatico, secondo appuntamento della serie, dopo l’apertura del Liburna Terra, dove a spuntarla ci ha pensato Andrea Dalmazzini, alla guida della Peugeot 207 Super2000 del Power Car Team.

L’emiliano si ripresenta ai nastri di partenza con la determinazione giusta per difendere la sua momentanea leadership in campionato. Nutrita e di qualità la concorrenza a partire dal pluricampione su terra Mauro Trentin che proverà a recuperare lo svantaggio, visto che in terra toscana ha chiuso settimo nel trofeo. Il trevigiano ha effettuato test importanti, così da familiarizzare ulteriormente con la nuova auto, Peugeot 208 T16 R5, ed in più non dovrà spazzolare le prove, come accaduto in toscana. Rimanendo in casa Power Car Team, c’è attesa anche per l’altro giovane Nicolò Marchioro che ha dimostrato buone qualità al Liburna, nonostante la sfortuna patita sotto forma di forature. Della partita anche Daniele Ceccoli che proverà a mettere a frutto la sua esperienza, sempre al volante della Skoda Fabia del P.A. Racing. Quinto in campionato Gigi Ricci che con la meno performante Subaru Impreza proverà ad utilizzare, anche lui, la sua indubbia esperienza per incamerare punti preziosi, visto il coefficiente 1,5. Della partita Gianmarco Donetto con la Ford Fiesta R5 RB Motorsport, così come Pablo Biolghini, Peugeot 208 R5 targata P.A. Racing, Alessandro Bruschetta con la Subaru Impreza N4 dell’Asd Scuderia Motor Group, nonché Graziano De Santis in gara con la Ford Fiesta R5 del Wrt-Winnes Rally Team.

Tutta da seguire, poi, la gara di “Dedo” con la sua performante Skoda Fabia R5. Evidentemente molti altri gli equipaggi pronti a dare il massimo, con un coefficiente importante, utile per rilanciarsi in campionato. Una serie sempre molto spettacolare che si andrà a misurare con i protagonisti del Cir, garantendo allora il divertimento per il pubblico che ama la guida funambolica degli specialisti su terra. E allora ci proveranno Tullio Versace con la sua Peugeot 207 Super2000; Federico Della Casa con la Ford Fiesta Super2000; Luca Hoelbling con una Skoda Fabia R5; Giovanni Manfrinato che, anche lui, proverà a mettere sul tavolo la sua indubbia esperienza alla guida della sua Mitsubishi Lancer Evo IX; e ancora Andrea Succi, con una Mitsubishi Lancer Evo IX; Mattia Codato, in gara con una Subaru Impreza Sti; Giuseppe Messori con un’altra Mitsubishi Lancer Evo X; Tommaso Ciuffi con una Peugeot 208 R2; Jordan Brocchi alla guida della sua Renault Twingo, in corsa anche per il trofeo francese con le Twingo R2 Terra, così come Jacopo Trevisani, anche lui in lotta anche nel Twingo R2 Terra e Daniele Pellegrineschi, sempre con la Renault Twingo R2. In gara anche Marcello Sterpone con una Citroen Saxo. Insomma molti i motivi di interesse, dall’assoluta terra, ai gruppi e classi sempre combattuti e spesso incerti.

Per capirne di più basterà collegarsi sul sito di www.acisportitalia.it, o magari andare sulle prove speciali, per vivere forti emozioni ed ammirare le evoluzioni degli specialisti del controsterzo.
Nella foto la Peugeot 207 S2000 di Dalmazzini-Ciucci al primo appuntamento del Trofeo Rally Terra 2016 al Liburna.