Liberati_1505

ESORDIO E PODIO PER EDOARDO LIBERATI NEL CAMPIONATO GT ASIA SERIES

Inizia con un podio la stagione di Edoardo Liberati nella GT Asia Series. Sul circuito sudcoreano di Gwangju, il 23enne pilota romano ha conquistato in coppia con Andrea Amici il secondo posto nella gara di domenica, portando subito in alto i colori della FFF Racing Team by ACM con la Lamborghini Huracán GT3.

Un fine settimana positivo, benché particolarmente “movimentato” quello del binomio italiano, confermatosi immediatamente uno degli equipaggi di riferimento del campionato. Cominciando dal secondo miglior tempo fatto segnare nel primo turno delle qualifiche proprio da Liberati.

Il campione in carica del Lamborghini Blancpain Super Trofeo Asia, da quest’anno pilota ufficiale dello GT3 Junior Program di Lamborghini Squadra Corse, si è attestato a 346 millesimi dalla pole, con Amici quinto nella Q2 ma con gomme usate.

Un avvio promettente, che però sabato non ha avuto un epilogo fortunato in Gara 1, quando Liberati è stato protagonista di un incidente mentre occupava saldamente la terza posizione. Un imprevisto non calcolato, che lo ha costretto ad un amaro ritiro. Come se non bastasse, è poi arrivata anche la decisione dei commissari di penalizzare il binomio italiano di cinque posizioni da scontare sulla griglia della seconda gara, quella che si è disputata appunto domenica.

Ma è stato proprio in questo frangente che è emersa tutta la determinazione dei due piloti romani. A sostenere il primo “stint” di guida è stato questa volta Amici, che dalla decima posizione di partenza ha subito iniziato una rimonta che alla seconda curva lo ha visto transitare già quarto, lasciando successivamente la vettura a Liberati dopo essere risalito secondo.

A questo punto Liberati è stato autore di una condotta costante, con un buon passo che gli ha consentito di portare a casa un risultato senza dubbio straordinario, anche in considerazione del fato che la Bentley (due volte prima) in questa occasione era particolarmente avvantaggiata dal “balance of performance” del campionato.

In ogni caso si è trattato di un risultato straordinario e adesso si attende il secondo round che si disputerà a Buriram, in Tailandia il prossimo 12 giugno.