Gianluca Saresera, Andrea Tumaini (Suzuki Swift R R1B #103)

LEONESSA CORSE: BENE SARESERA ALLA 100° TARGA FLORIO

Sulle mitiche strade siciliane della Targa Florio Saresera conquista due quarti posti di Trofeo Suzuki farciti da sensazioni positive e prestazioni maiuscole.

Il Rally Targa Florio, terzo appuntamento del Campionato italiano Rally dopo il Ciocco ed il Sanremo, ha visto un’altra brillante prestazione di Gianluca Saresera ed Andrea Tumaini, impegnati nell’ambito del trofeo monomarca di casa Suzuki con la piccola Swift R1B curata dall’Europea Service.

Dopo i secondi posti del Sanremo, l’equipaggio della Leonessa Corse era in cerca di conferme che sono puntualmente arrivate: sia in gara uno che in gara 2 Saresera e Tumaini sono riusciti a restare nel lotto delle prime posizioni di Suzuki Rally Trophy con tempi importanti.

In gara 1, il giovane bresciano ha inanellato tempi vicini al podio di categoria centrando anche una seconda ed una terza piazza. A fine tappa, non senza un pizzico di amaro, la quarta posizione è arrivata con soli 0”4 di distacco dal terzo classificato.

In Gara 2, nonostante una girata che ha fatto spegnere il motore costata qualche secondo, Saresera è riuscito a mantenere alti i ritmi vincendo anche una speciale, la quarta del giorno. Al termine delle cinque prove di tappa la quarta posizione lo ha visto invece attardati di soli 6”1 dal podio.

“I distacchi mi lasciano un po’ di amarezza- ammette Saresera- ma danno anche l’idea del fatto che quest’anno abbiamo un passo più veloce rispetto al passato e che comunque, ci sono più avversari in grado di battagliare per la vittoria; arrivare primo o quinto può essere questione di pochi secondi; se penso ad un paio di errori commessi noto che i miei tempi sono allineati con quelli dei primi e ciò mi conforta.”

Le due quarte posizioni di Saresera permettono al driver della Leonessa Corse di rosicchiare sei punti a Martinelli e di incalzarlo ad un solo punto nella graduatoria nella quinta posizione. Prossima gara di Cir sarà il Rally dell’Adriatico dove dall’asfalto si passerà alle strade sterrate.