TCElba016MB (27).jpg

PER TOBIA CAVALLINI DEBUTTO DA PODIO NEL TRICOLORE WRC

Il pilota di Cerreto Guidi dopo due stagioni di scarsa attività, lo scorso fine settimana ha chiuso il 40° Rallye Elba al terzo posto assoluto, un risultato importante ed un ottima base di partenza per una stagione.

Ottimo rientro “tricolore” per Tobia Cavallini, lo scorso fine settimana al prestigioso appuntamento del 40° Rally Elba, con base a Portoferraio, gara di apertura del Campionato Italiano WRC.

Con al fianco il fedele Sauro Farnocchia, il driver di Cerreto Guidi ha salutato la bandiera a scacchi con il terzo posto assoluto, frutto di due giorni di sfide trascorsi con grande acume tattico al volante della Ford Fiesta WRC firmata Tam-Auto. La gara isolana per Cavallini segnava il rientro ai rallies con un programma di spessore dopo due stagioni in cui ha corso solamente quattro gare (Rallylegend e Monza Rally Show), dovendo quindi riprendere tutti quegli equilibri e sensazioni alla guida di una vettura di vertice. Non ultimo, Cavallini ha dovuto sostenere un esame molto importante con i nuovi pneumatici Pirelli a normativa FIA con i quali ha dunque debuttato nelle difficili strade elbane.

Subito nella classica mischia di vertice, Cavallini (la cui ultima esperienza elbana fu nel 1998 nel Trofeo Citroen Saxo) ha saputo interpretare al meglio il rally contro avversari di rango, in due giorni di gara che sono stati l’ottima base di partenza per poter affrontare gli impegni futuri nel “tricolore” WRC, già a partire dal prossimo appuntamento di maggio al “1000 miglia”.

“Tutto molto bene, direi, dal risultato che ne è scaturito – commenta Cavallini – alle sensazioni avute in gara ed al lavoro svolto con il mio copilota e con la squadra. Abbiamo visto che in determinate condizioni siamo già competitivi, mentre in altre dobbiamo ancora lavorare molto per riuscire a tenere il passo di avversari così forti. Per noi è stata una gara decisamente impegnativa, nella quale abbiamo cercato di fare chilometri per riprendere il ritmo e scoprire le gomme FIA che utilizzavo per la prima volta, senza però cercare eccessi, in un rally dagli asfalti così insidiosi. Di fatto, dovendo fare i conti con le strategie relative ai nuovi regolamenti, abbiamo amministrato il terzo posto evitando di complicarci la vita, al fine di marcare punti importanti. Da questa base ripartiremo per migliorarci ancora, potendo contare su un pacchetto, macchina, team, pneumatici, veramente molto competitivo”.

Nella foto: Cavallini in azione al Rallye Elba (Foto M. Bettiol)