spinelli_0804

Loris Spinelli e il team Antonelli Motrosport conquistano il titolo PRO-AM a Sebring

Grandi soddisfazioni per il team Antonelli Motorsport sul prestigioso tracciato di Sebring, dove è andato in scena l’ultimo atto stagionale del Lamborghini Blancpain Super Trofeo. La scuderia bolognese ha infatti condotto al trionfo il pilota abruzzese Loris Spinelli nella classe PRO-Am, al termine di un weekend che ha visto quest’ultimo nel ruolo di grande protagonista in coppia con Riccardo Agostini. Una vittoria che rende il giusto merito al lavoro profuso nel corso dell’anno da parte di tutti i membri del team, i quali hanno potuto giustamente festeggiare sul circuito che sorge nel cuore della Florida un risultato giunto al termine di una stagione combattuta e tiratissima.

La vigilia dell’appuntamento finale della serie europea vedeva infatti ben sei piloti ancora in lizza per il titolo di classe: Spinelli, affiancato nell’occasione dal neo-campione della Porsche Carrera Cup Italia (al proprio debutto sulla Huracan LP620-2) ha sfornato una prestazione priva di errori, ereditando la vettura dal compagno nella seconda metà di gara-1 e conducendola sotto la bandiera a scacchi al terzo posto assoluto, conquistando un meritato successo di classe. Nella seconda prova, era invece il pilota pescarese ad affrontare al volante il primo stint in condizioni di asfalto bagnato, cedendo il sedile ad Agostini per la seconda metà di gara: il padovano era nuovamente autore di una splendida prestazione all’esordio, in seguito alla quale riusciva a mantenere il comando assoluto sino alla tornata conclusiva, quando era costretto a cedere la posizione al duo Stepanov-Schlegelmilch, forte di un set di pneumatici più performante. Il secondo posto conquistato consentiva però a Spinelli di aggiudicarsi il prestigioso titolo concludendo il campionato a quota 115 punti, a coronamento di una stagione straordinaria che ha visto l’ex-pilota di AutoGP ricoprire un ruolo da assoluto protagonista. La trasferta oltre-oceano è stata purtroppo meno fortunata per l’altra vettura della scuderia bolognese, al via nella classe PRO con l’equipaggio formato da Daniel Zampieri e Roman Mavlanov. Un violento incidente che ha visto come protagonista il pilota russo nel corso della prima manche (per fortuna senza gravi conseguenze) ha infatti messo anticipatamente fine alle ambizioni del duo, il quale ha comunque mantenuto la seconda posizione in classifica finale a quota 90 punti. In ogni caso, la stagione nel trofeo continentale si è chiusa con un bilancio estremamente positivo, con la scuderia che si è piazzata al secondo e al terzo posto in classifica nelle classi PRO-Am e PRO, rispettivamente con 88 e 92 punti totalizzati.

La vigilia dell’appuntamento finale della serie europea vedeva infatti ben sei piloti ancora in lizza per il titolo di classe: Spinelli, affiancato nell’occasione dal neo-campione della Porsche Carrera Cup Italia (al proprio debutto sulla Huracan LP620-2) ha sfornato una prestazione priva di errori, ereditando la vettura dal compagno nella seconda metà di gara-1 e conducendola sotto la bandiera a scacchi al terzo posto assoluto, conquistando un meritato successo di classe. Nella seconda prova, era invece il pilota pescarese ad affrontare al volante il primo stint in condizioni di asfalto bagnato, cedendo il sedile ad Agostini per la seconda metà di gara: il padovano era nuovamente autore di una splendida prestazione all’esordio, in seguito alla quale riusciva a mantenere il comando assoluto sino alla tornata conclusiva, quando era costretto a cedere la posizione al duo Stepanov-Schlegelmilch, forte di un set di pneumatici più performante. Il secondo posto conquistato consentiva però a Spinelli di aggiudicarsi il prestigioso titolo concludendo il campionato a quota 115 punti, a coronamento di una stagione straordinaria che ha visto l’ex-pilota di AutoGP ricoprire un ruolo da assoluto protagonista. La trasferta oltre-oceano è stata purtroppo meno fortunata per l’altra vettura della scuderia bolognese, al via nella classe PRO con l’equipaggio formato da Daniel Zampieri e Roman Mavlanov. Un violento incidente che ha visto come protagonista il pilota russo nel corso della prima manche (per fortuna senza gravi conseguenze) ha infatti messo anticipatamente fine alle ambizioni del duo, il quale ha comunque mantenuto la seconda posizione in classifica finale a quota 90 punti. In ogni caso, la stagione nel trofeo continentale si è chiusa con un bilancio estremamente positivo, con la scuderia che si è piazzata al secondo e al terzo posto in classifica nelle classi PRO-Am e PRO, rispettivamente con 88 e 92 punti totalizzati.