Stefano Baccega, Marco Menchini (Ford Fiesta R5 #9, Giesse Promotion)

PARTE ALLA GRANDE LA STAGIONE DELLA SCUDERIA GIESSE PROMOTION

Baccega è autore di una gara super sugli asfalti tricolori del Ciocco e chiude 6° assoluto. Sfortuna per Marenco che alla Ronde Canavese finisce da 5° a 49° per via di una foratura. Selvino (Bg) ­ E’ ottimo l’avvio stagionale della scuderia bergamasca Giesse Promotion. Sugli asfalti del Rally del Ciocco, gara di apertura del CIR 2016, l’equipaggio formato da Stefano Baccega e Marco Menchini è ancora protagonista dopo il già positivo risultato conseguito nel 2015. Sulla Ford Fiesta R5 della piemontese Erreffe Rally Team e con gomme Hankook, il giovane pilota italo svizzero ha mostrato tutti i suoi progressi in una gara difficile in cui il numero e la qualità degli avversari non era certo un dato trascurabile. Insieme a Menchini, Baccega ha messo insieme dei validissimi parziali che da metà gara in avanti, gli hanno consentito di occupare stabilmente la sesta piazza. Unico neo è stato una scelta iniziale di gomme errata che ha attardato il pilota della Giesse Promotion quel tanto da perdere terreno dal gruppetto dei primi. “Sono ampiamente soddisfatto- racconta Baccegaperché all’esordio con l’Erreffe Rally Team ho subito trovato le giuste sinergie per lavorare bene. La Fiesta Evo è una vettura altamente performante e tutta la squadra mi ha fornito un servizio al top. Intendo ringraziare Ford Italia, Hankook e la scuderia Giesse: credo che tutti insieme, quest’anno, ci toglieremo qualche bella soddisfazione!” Sfuma sull’ultimo crono, invece, la quinta posizione assoluta e seconda di classe per Claudio Marenco e Arianna Ravano, protagonisti alla Ronde del Canavese su Renault Clio S1600 sempre dell’Erreffe. Dopo la vittoria di classe nel primo passaggio sulla Ps Pratiglione, il pilota piemontese e la naviga ligure hanno collezionato due secondi posti di S1600 che li proiettavano verso un arrivo arrembante: una foratura ha però posto fine alle speranze dell’equipaggio della Giesse Promotion che, con oltre otto minuti di ritardo accumulati, ha dovuto abbandonare ogni speranza di vittoria dato che alla fine è giunta solo la 49° piazza nella graduatoria generale.