lambo_1503

UN’INEDITA LAMBORGHINI HURACÁN PER LA GDL RACING ALLA 12 ORE DEL MUGELLO

Grandi novità in casa GDL Racing per la 12 Ore del Mugello, secondo degli appuntamenti della serie Creventic in programma questo fine settimana, 18 e 19 marzo. La squadra sammarinese, reduce dalla partecipazione alla 24 Ore di Dubai dello scorso gennaio, affronterà infatti la trasferta di casa portando al debutto un’inedita Lamborghini Huracán LP 620-2 in configurazione Super Trofeo iscritta nella classe SPX. Non solo un esordio in piena regola per la GDL Racing con una vettura della Casa del Toro, ma anche un ritorno importante: quello del pilota e team manager Gianluca De Lorenzi, che per l’occasione si alternerà al volante della “supercar” di Sant’Agata Bolognese con il giovane ma esperto Giacomo Barri, già profondo conoscitore della stessa vettura che ha avuto modo di guidare lo scorso anno nel Lamborghini Blancpain Super Trofeo Europa.

Ma non è tutto, perché la GDL Racing affronterà la 12 Ore del Mugello con ben quattro punte, presentandosi al via della classe A6 (quella più importante) con una Mercedes SLS AMG GT3 che verrà divisa dagli olandesi Ivo e Rik Breukers, padre e figlio.

Due infine le Porsche 991 Cup schierate sul circuito toscano dalla GDL Racing, una affidata al finlandese Rory Pettinen, il francese Rémi Terrail e l’italiano Alberto Vescovi, mentre sull’altra vettura della Casa di Stoccarda si daranno il cambio Dario Cerati ed i due svizzeri Nicola Bravetti e Adriano Pan.

La 12 Ore del Mugello, che quest’anno giunge alla sua terza edizione, entrerà nel vivo a partire da venerdì con le qualifiche e, alle 14, il via della gara che sarà neutralizzata in parco chiuso dopo quattro ore. Sabato 19 marzo alle 9.30, scatterà infine la seconda frazione che si concluderà alle 17.30.