Eugenio_1706

EUGENIO MOSCA CON LA GIULIETTA TI 1300 ALLA 62^ COPPA INTERUROPA

Dopo un anno di sosta… ai box la Coppa Intereuropa riaccende i motori per la 62^ edizione in programma il prossimo fine settimana (19 al 21 giugno). E naturalmente Eugenio Mosca non mancherà l’appuntamento con la prestigiosa classica casalinga, ancora una volta in collaborazione con la Scuderia del Portello che gli metterà a disposizione una Alfa Romeo Giulietta Ti 1300 prima serie del 1957 con comando del cambio al volante. A leva, ovviamente! Nello specifico, una vettura che vanta anche un pedigree importante, avendo conquistato il titolo Europeo Fia Autostoriche di categoria nel 1995. Un tipo di vettura che peraltro il pilota monzese conosce già molto bene e con cui ha un grande feeling, avendo messo a segno due vittorie di classe nelle due precedenti edizioni della “Coppa” (2007 e 2010) in cui l’ha guidata.
Mosca prenderà parte al Trofeo “Tutto Alfa”, organizzata dalla Scuderia del Portello e riservata a tutti i modelli del Biscione costruiti dal 1947 al 1976 (una sorta di museo da corsa che comprende AR 1900, Giulietta nelle varie declinazioni Ti, Sprint, SS, SZ, TZ, Giulia, Giulia GT, GTA e GTAm), suddiviso su due gare di 10 giri ciascuna e per l’occasione sarà affiancato da Renato Benusiglio.
Il pilota monzese, che ancora una volta vestirà i panni di “inviato dall’abitacolo” per una rivista di settore, farà parte dello squadrone di piloti schierati dalla Scuderia del Portello, tra i quali spiccano gli ex ufficiali Alfa Romeo Arturo Merzario e Gian Luigi Picchi, oltre a Joe Ricciardo, papà del pilota Red Bull F. 1 Daniel Ricciardo, che dividerà l’abitacolo di una Alfa Romeo GTV 2000 Gr. 2 con l’amico e connazionale Ross Zampatti.
Lo spettacolo offerto dalla 62^ Coppa Intereuropa sarà davvero intenso, con ben sette categorie che da venerdì mattina si daranno battaglia in pista proponendo vetture da sogno in grado di accontentare anche i palati più fini. E se la punta di diamante è certamente rappresentata dalle monoposto che hanno scritto la storia della F. 1 nel ventennio 1960-1980, pilotate dai più grandi campioni, non saranno certo da meno i Prototipi e le GT Gr. 4 protagoniste negli anni prima del 1974 di fantastiche edizioni della 1000 Km e della 24 Ore di Le Mans, così come le Turismo che prima del 1966 diedero vita proprio alla Coppa Intereuropa e le monoposto di F. 2 pre-’79 e F. Junior. Per gli appassionati anche la possibilità di ammirare tante auto d’epoca di vari marchi visitando l’area Club e di trovare accessori e gadget d’epoca interessanti girovagando per l’area mercatini. Insomma, tutti buoni motivi per non mancare.