canzian_0606

Rally 4 Regioni: la situazione a metà gara

Gara combattuta con le Porsche costrette ad inseguire l’Opel Kadett Gt/e del sorprendente Riccardo Canzian in coppia con l’esperto Giuseppe Fiori. Melli e Biosa inseguono e lottano per la seconda posizione. Mancano tre prove alla fine

Primo giro terminato con 23 equipaggi che sono entrati nel riordino di Viale delle Terme; molti quelli che hanno sofferto il caldo afoso che sta attanagliando la zona da qualche giorno. Tre prove che danno il responso iniziale che si sta svolgendo una gara vivace e non priva di sorprese: al comando, infatti, si trova l’ Opel Kadett Gt/e Gruppo 4 del giovane Riccardo Canzian ben navigato dall’esperto Giuseppe Fiori. Con due successi parziali, l’equipaggio della Scuderia Piloti Oltrepo ha preso con autorità il comando della gara e conduce con 11”4 sulla Porsche 911 SC di Biosa e Mancuso che hanno avuto un piccolo problema ad inizio giornata, prontamente risolto d’assistenza. In terza posizione a 1”2 da Biosa si trovano i cugini Melli con la Porsche 911 Gruppo B. Dopo un bel testa a testa iniziale, il locale Ghezzi in coppia con Benenti su Porsche 911 SC accusa una decina di secondi ed arriva al riordino molto provato per il gran caldo e la durezza delle prove, in particolare la “Circuito di Cecima”, molto sporca e sconnessa. Leggermente attardata anche la Porsche 911 SC di Marenzana e Beltrame col pilota che dichiara di patire molto in gran caldo che nemmeno nella recente gara greca dell’Europeo, ha trovato così eccessivo.

Buona gara per Giovannelli ed Aivano che sono al comando del 2° Raggruppamento con la Porsche 911 RSR , mentre la Morris Mini Cooper S di Grossi e Sandri conduce nel 1° dopo il ritiro della Lotus Elan di Cortimiglia e Radicchio per la rottura del radiatore. Tra le vetture classiche del periodo J2 al comando la BMW M3 di Bruciamonti e Calvi.

Si riparte senza la Porsche 911 numero 3 di Ghezzi che rinuncia per il troppo caldo; Melli attacca e si aggiudica la prova accorciando su Canzian ora avanti di 9”: Biosa si conferma terzo nonostante un paio di dritti e Marenzana recupera qualche decimo e risale in quarta posizione dopo la defezione di Ghezzi, ma lamenta problemi con la frizione che slitta. Prosegue anche la gara, la prima in assoluto con una storica per l’equipaggio cinese Yein e Lee con l’Audi Quattro Gruppo 4 che stanno conducendo in quattordicesima posizione.

Canzian stampa un altro scratch nel secondo passaggio a Cecima e porta a 16” il vantaggio su Melli e a 17”5 su Biosa.Tra le classiche esce di strada la BMW M3 di Bruciamonti e rimane in gara solo la Peugeot 205 Gti di Persani e De Macceis.

Ufficio Stampa Rally 4 Regioni

Andrea Zanovello, Enzo Branda

www.rallysmedia.com