logo_1000_miglia_Bs02

IL 35° RALLY 1OOO MIGLIA PRONTO ALLO START

Terminate le ricognizioni, la gara si prepara ad entrare nel vivo. Tre giorni di gara e quattordici Prove Speciali tra le più avvincenti in ambito internazionale attendono i concorrenti,  Il 35. Rally 1000 Miglia è alla stretta finale. Terminate oggi le ricognizioni, nel pomeriggio si sono svolte le verifiche amministrative, da domani si accenderanno

 i motori con lo shake down e dal tardo pomeriggio, sino a sabato 16 aprile prossimi si avranno nuove emozioni, quelle delle sfide contro il cronometro.
Ecco la tabella di marcia della gara, prima prova del Campionato Europeo e seconda del tricolore, un evento attesissimo in tutta Europa, per via del plateau di iscritti, 96, che offre molti spunti tecnici e sportivi. Primo fra tutti la rinnovata sfida tra gli italiani e gli stranieri, una battaglia che ha sempre visto vincitori i nostri, a parte un’occasione, quella del 2003, quando vinse il portoghese Campos.
 
IL CHALLENGE RALLY 1000 MIGLIA, PER RIMANERE NELLA STORIA
L’edizione numero trentacinque del Rally 1000 Miglia sarà  quello che avvia una nuova storia, quella del “Challenge Rally 1000 Miglia”, trofeo che andrà nelle mani del vincitore della gara e che verrà consegnato da parte del Presidente dell’Automobile Club Brescia. Rimarrà poi a Brescia, dentro un’apposita bacheca posta all’interno della Sede ACI. Realizzato dalla storica argenteria bresciana Petruzzi & Branca, questo trofeo, alla propria base  avrà aggiunto, con incisione, il nome del vincitore di ogni edizione, un giusto tributo ad un gesto sportivo importante, che arriva dalla passione.{loadposition articoli}

SENTITE ALLE VERIFICHE
Dal pomeriggio odierno si sono svolte le operazioni di verifica amministrativa per gli equipaggi iscritti. All’appello sono mancati il polacco Michal Solowow, per insiponibilità della vettura, avendo corso la settimana scorsa in una gara nazionale del suo Paese, il toscano Rudy Michelini, per sopraggiunti impegni inderogabili di lavoro ed il francese della Corsica Francois Fraymouth, per problemi personali, come comunicato dalla squadra.
Ecco cosa hanno detto alcuni degli intervistati:
 
Simone Campedelli
 
 “Il Rally 1000 Miglia l’ho corso la prima volta l’anno scorso, è una gara completa. Molto lunga e selettiva, per essa serve essere veloci ed allo stesso tempo fare tattica, diciamo, un rally “vecchia maniera”, che ad un giovane insegna molto.  Si correrà su tre vallate diverse, le previsioni, tra l’altro, prevedono pioggia, sarà quindi molto difficile pure la scelta giusta degli pneumatici. La sfida sarà certamente dura, la concorrenza molto qualificata e tutti più o meno conoscono le proprie vetture mentre per noi è tutto nuovo. Dovremo perciò dare il massimo, ma confidiamo sulle qualità della CITROËN DS3R3 e sulla forza dell’intero Team”.
 

Fabrizio Ferrari
“Partiamo con una gara di ritardo a causa di problemi di lavoro, però partiremo subito forte perché conosciamo la gara e l’anno scorso siamo già andati forte. Poi l’equipaggio e la squadra sono collaudati, speriamo di andare bene.”
 

Manuel Villa
“Mi piacerebbe vedere qual’è il reale distacco dalle Citroen DS3 R3T. E’ nato tutto all’ultimo momento mentre ero in volo per Abu-Dhabi. Ho un nuovo naviga, Giacomo Cucci. Mi piacerebbe vedere fino a dove ci possiamo”elevare” in classifica generale.”
 

Fabio Gianlfico
“E’ una gara molto impegnativa. Fino a ieri eravamo tranquilli, ora assolutamente no. Le previsioni meteo sono cambiate  e  sarà un “terno al lotto”. Soprattutto perché le strade sono molto più sporche rispetto all’anno scorso.”
 

Luca Rossetti
“Sicuramente sarà un gara difficile. Bisogna, come abitudine qua a Brescia, stare attenti al meteo, che non promette bene. Spero di ritrovare subito il feeling che avevo con la macchina al “Ciocco”. Per la regola del Campionato Europeo non si possono utilizzare le gomme sviluppo quindi saremo in molti sullo stesso piano. Sicuramente proveremo ad essere più veloci che in Toscana perché abbiamo provato ed abbiamo preparato la gara meglio.”
 

Renato Travaglia
“La macchina è nuova e la scoprirò in gara. Sicuramente è difficile darsi un obiettivo dopo essere stati fermi per sei mesi.”
 

Andrea Dallavilla
“Sono contento di essere ancora una volta a fare la gara di casa. Le prove sono iellissime, selettive e da Mondiale. Speriamo di essere più fortunati degli altri anni.” Dunque interviene il navigatore Tommaso Rocco, che  ci spiega quale esperimento proverà l’equipaggio. “Durante la prova televisiva. “Al posto di utilizzare il solito quaderno con le note, useremo un pc tablet!”.
 

Marco Signor
“Le prove sono molto belle, ma, con queso tipo di vettura (Renault Clio R3) soffriremo tanto di freni.”
 

Alessio Pisi
“Sono prove sicuramente molto, molto impegnative, ancora di più per noi che siamo inesperti di queste strade e affrontiamo la gara per la prima volta. Cercheremo di fare il meglio possibile e cercheremo di migliorarci giro dopo giro.”
 

Luca Betti
“Si riparte e come obiettivo abbiamo la Vittoria nel campionato Europeo, anche se siamo convinti che sarà difficile. Abbiamo fatto un piccolo test Durante il quale, però si sono verificati diversi problemi e, per queso, non siamo riusciti a svolgere tutto il lavoro che ci eravamo prefissati prima. In quesa gara, sicuramente, guarderò più agli Europunti che alla classifica assoluta, poi vedremo…”
 

Franco Cunico
“Sicuramente è un per corso che non mi ricorda i Rally 1000 Miglia che ho vinto, quando correvamo su strade veloci e pulite. Ora ci sfidiamo su strade strette e molto sporche che, personalmente, non mi piacciono. Comunque proveremo a fare bene.”
 

Andrea Carella
“E’ sicuramente una gara molto dura ed, inoltre, è la prima volta che la faccio. Arrivare in fondo sarebbe già una vittoria.”
 

Umberto Scandola
“Abbiamo fatto un pò di chilometri di test ed abbiamo migliorato quache cosa, ma non siamo competitivissimi. Raggiungere il podio sarà ancora più difficile di quelo che era al Ciocco perché vedo Chentre e Perico con il “dente avvelenato”.
 

Piero Longhi
“Per noi è tutto un punto interrogativo. Domani difficilmente capiremo qualcosa della macchina. Devo riprendere il ritmo e, soprattutto, conoscere le gomme Yokohama, che non ho mai utilizzato.”
 

Maciej Oleksowicz
“Sono davvero con tento di essere qua. Spero di sfruttare al meglio l’esperienza dell’anno scorso e poi vedremo come si evolverà la gara.”
 

Teemu Arminen
“La Mitsubishi Lancer Evo X già la conosco poco, figurarsi sull’asfalto. Dobbiamo fare molta esperienza.”
 
Andrea Crugnola
 “Una gara decisamente esaltante, il Rally 1000 Miglia, la più lunga del Campionato Italiano. Un rally in cui si trova di tutto, tratti veloci, altri guidati, con le condizioni meteorologiche che possono essere mutevoli, visto che si corre su un’area di vallate molto ampia. Le prove di “Cavallino” e “San Zeno” sono quelle che identificano al meglio questo bellissimo rally e sicuramente quelle dove si giocherà molto della classifica. Avremo da confrontarci con avversari di alto livello che hanno dalla loro parte il fatto di conoscere la vettura e questo, in caso di pioggia potrà aiutarli molto. Sia io che Simone dovremo impegnarci al massimo per trovare il feeling ottimale con la CITROËN DS3R3, la gara è molto lunga, avremo modo di lavorare bene con la squadra”.
 
NOVITA’ E CONFERME PER UNA SFIDA INDIMENTICABILE
Proseguendo “la tradizione”, anche per il 2011, il Rally 1000 Miglia proporrà, dal 14 al 16 aprile prossimi nuove emozioni, quelle di un percorso di alto livello.
La prima novità dell’edizione 2011 del Rally 1000 Miglia riguarda l’ubicazione della Prova Spettacolo: dopo due anni al Kartdromo “South Garda” di Lonato, la prova torna infatti all’Autodromo di Franciacorta e sarà disputata sul percorso “corto” della pista (1,750 km.). La prova si disputerà su poco meno di tre giri del tracciato (per complessivi 4,950 km.), “arricchito” da chicanes e “pettini” per offrire maggior spettacolo. La novità assoluta della gara è rappresentata dalla PS “Acquebone”, lunghezza 15 km., una “classica” del Rally Valcamonica quando questo era Campionato Italiano 2RM. Prima parte in salita (larga e veloce: la strada è stata utilizzata per gare di velocità in salita), “toboga” spettacolare tra gli edifici di Montecampione (conosciuta località sciistica) e discesa mozzafiato – molto tecnica – fino ad Artogne.
Le altre prove  sono pressoché  uguali a quelle degli anni passati: la “Colle San Zeno” (32,500 km.) è identica al 100% e resta la più lunga e selettiva dell’intera gara: partenza da Dossello di Pisogne, salita fino a Passabocche, discesa fino alla Val Palot, salita di nuovo fino al Colle san Zeno e discesa molto guidata fino a Pezzaze.
La “Irma” (17,800  km.) parte circa 1 km. più avanti del solito: salita fino a Dosso di Marmentino, falsopiano veloce fino a bivio lavino, discesa sporca e guidatissima fino a Mura.
La “Cavallino” (14,500 km.) è stata accorciata al’inizio di circa 2 km. ma resta la più insidiosa della gara con il tratto strettissimo da Eno al Passo Fobbia. Spettacolare la discesa dalla località Perlonch fino all’arrivo a Treviso Bresciano.
La “Pertiche” (26,500 km.) è stata allungata in partenza di circa 1 km.: tornerà ad essere la Prova che “fisserà” la classifica finale (è l’ultima). Salita molto guidata fino all’inversione di Livemmo, discesa veloce fino a Forno Ono, salita con tanti allunghi fino a Ono Degno e di nuovo discesa fino a Levrange.
Un gradito ritorno è rappresentato dalla “Moerna” (14 km.), che non si disputava da qualche anno: con partenza a Capovalle, la PS sfrutta la discesa finale della Prova omonima e poi sale fino a Turano, Persone e Moerna in un susseguirsi di tratti veloci in falsopiano e di tratti molto tecnici in salita.
Leggermente accorciata la “Colle S. Eusebio” (km. 1,700), la prova (interamente in discesa) che verrà trasmessa in diretta televisiva su rai Sport 2”.{loadposition articoli}
 
LA PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO EUROPEO RALLY
Il Campionato Europeo Rally inizierà a Brescia in tutti i sensi: in occasione del 35° Rally 1000 Miglia, infatti, si svolgerà la presentazione ufficiale del Campionato stesso, prevista per giovedì 14 aprile alle ore 15.30, immediatamente prima della Conferenza Stampa pre-event, presso la Sala Stampa ubicata presso il Quartier Generale della gara nella sede dell’Automobile Club Brescia. Il programma della presentazione del Campionato prevede poi la presenza di molti Organzzatori in Piazza della Vittoria, in coincidenza con la cerimonia di partenza: ad oggi, è certa la presenza a Brescia dei rappresentanti del Croatia Rally, del Barum Rally, del Rallye Antibes e del Rallye du Valais.
 
LA LOGISTICA ESTREMAMENTE FUNZIONALE
Come lo scorso anno, tutta l’organizzazione farà capo a Brescia: Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e Centro cronometraggio saranno infatti nuovamente presso la sede dell’Automobile Club di Brescia, in Via Enzo Ferrari a Brescia / San Polo. Il Parco Assistenza ed il Rally 1000 Miglia Village saranno allestiti anche nel 2011 in via Borgosatollo, nell’area solitamente destinata agli spettacoli itineranti, prospiciente la rotatoria del casello autostradale di Brescia Centro dell’autostrada A4.
 
IL PROGRAMMA DI GARA
Domani, 14 Aprile, dopo lo shakedown a Gavardo, previsto dalle ore 10:00 alle ore 15:00, il programma prevede la partenza “tecnica” dal Parco Assistenza di Via Borgosatollo alle 18:31. Partenza e arrivo della gara avranno luogo nel cuore di Brescia, in Piazza della Vittoria, domani stesso e Sabato 16 Aprile. Si tratta della conferma più importante, dovuta al notevole successo  di pubblico della passata edizione ed alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale e di Brescia Mobilità, nel rispetto della tradizione di una corsa dal nome leggendario.
Durante la cerimonia di partenza, domani dalle 19:10, dalla pedana ufficiale, gli equipaggi saranno presentati agli spettatori. Grazie ad un apposito tempo “di neutralizzazione”, ciascuna vettura sosterà per circa mezz’ora nel centro della città: si tratterà di un appuntamento che restituirà al Rally 1000 Miglia e alla Piazza l’atmosfera delle grandi corse di un tempo, quando i piloti incontravano appassionati e ammiratori per autografi, incoraggiamenti e interviste.
Dal centro di Brescia, le vetture in gara si dirigeranno verso la prima novità del Rally 1000 Miglia 2011: la consueta Prova Spettacolo d’apertura tornerà infatti a Castrezzato, sulla pista dell’Autodromo di Franciacorta.
Nelle due giornate successive, Venerdì 15 e Sabato 16 Aprile, la corsa prenderà il via dal Rally 1000 Miglia Village di Via Borgosatollo: rispetto allo scorso anno il percorso di gara e le “piesse” lungo le strade già protagoniste di epiche edizioni del rally hanno subito alcune variazioni.
Nel disegnare il percorso dell’edizione 2011 si è cercato infatti di ascoltare e soddisfare le esigenze del territorio, optando per una rotazione dei centri attraversati dalla gara, tenendo conto delle richieste di passaggio ricevute da molte Amministrazioni Comunali della provincia e cercando, allo stesso tempo, di non provocare disagi alla popolazione. Quest’anno, l’alto lago d’Iseo e la bassa Valle Camonica sono stati privilegiati rispetto al Lago di Garda.
Venerdì 15 Aprile le prove saranno la “Acquebone”, una novità assoluta per il CIR poiché mai disputata al Rally 1000 Miglia (era una Prova del Rally Valcamonica quando questo era valido per il Campionato Italiano 2RM), la “Colle San Zeno” (la più lunga della gara, con ben 32,5 km.) e la classica “Irma”, tutte da ripetere due volte.
Sabato 16 aprile sarà la volta della “Cavallino”, della “Moerna” (che mancava da qualche anno, anche se la prima parte è costituita dalla discesa della prova di “Capovalle”) e della “Pertiche”, anch’esse da percorrere due volte, oltre alla “Colle S. Eusebio”, la prova più corta, da disputare una sola volta a favore delle telecamere della RAI, che la trasmetterà in diretta su RAI Sport.
Dalle 18:35 di sabato pomeriggio, i concorrenti inizieranno ad arrivare ai piedi della pedana di Piazza della Vittoria, sulla quale i vincitori riceveranno i trofei, bissando l’affollata cerimonia di premiazione dello scorso anno.
 
 www.rally1000miglia.it