logo_1000_miglia_Bs01

IL PERCORSO DEL 35° RALLY 1OOO MIGLIA: UN “MUST” IRRINUNCIABILE

re giorni di gara e quattordici Prove Speciali, tra le più avvincenti in ambito Internazionale, sono pronte ad esaltare lo sport ed accendere lo spettacolo.Duro, ostico. Spigoloso, anche ruvido. Ma anche esaltante, bellissimo; insuperabile. Sono soltanto alcuni degli aggettivi che nel tempo sono stati associati al Rally 1000 Miglia e al suo percorso.  Un tracciato che negli anni non ha mai tradito le attese, che ha sempre soddisfatto la voglia di sport, di spettacolo di chiunque, dal pilota che lo deve affrontare all’appassionato che lo vuole seguire quanto più possibile da vicino, sino all’addetto ai lavori che – nei suoi ruoli più svariati – lo ha sempre definito di “categoria superiore”.

Ecco il carattere della corsa della “freccia rossa” o, meglio, i caratteri, quelli propri di una delle manifestazioni rallystiche di riferimento non solo in Italia, dopo il riconoscimento ricevuto lo scorso anno dalla FIA – Federazione Internazionale dell’Automobile – come migliore gara del Campionato Europeo. Il premio è stato assegnato anche in virtù delle peculiarità del percorso, avvincente e veramente sicuro per piloti e pubblico, definito un esempio da seguire.

NOVITA’ E CONFERME PER UNA SFIDA INDIMENTICABILE

Proseguendo nella “tradizione”, anche per il 2011, il Rally 1000 Miglia proporrà, dal 14 al 16 aprile prossimi nuove emozioni. A illustrare il percorso disegnato per l’edizione numero trentacinque è Aldo Malchiodi, ex co-pilota e oggi attivissimo membro del Comitato Tecnico che, in seno all’ACI Brescia, ha il compito di organizzare il rally.

«La prima novità dell’edizione 2011 del Rally 1000 Miglia riguarda la Prova Spettacolo che – dopo due anni al Kartdromo “South Garda” di Lonato – torna all’Autodromo di Franciacorta, sul percorso “corto” della pista (1,750 km). La prova si disputerà su poco meno di tre giri del tracciato (per complessivi 4,950 km), lungo un percorso arricchito da chicanes e “pettini”, allo scopo di offrire maggior spettacolo. La seconda novità della gara – assoluta, in questo caso – è rappresentata dalla  PS “Acquebone”, lunghezza 15 km, una “classica”  del Rally Valcamonica quando questo era valido per il Campionato Italiano 2RM. Alla prima parte in salita (larga  e veloce: la strada è stata utilizzata per cronoscalate), segue un “toboga” spettacolare tra gli edifici di Montecampione (conosciuta località sciistica) e quindi una discesa mozzafiato – molto tecnica – fino ad Artogne.
Le altre prove sono pressoché uguali a quelle degli anni passati; la “Colle San Zeno” (32,500 km) è del tutto identica a quella disputata nelle ultime edizioni del 1000 Miglia, restando la più lunga e selettiva dell’intera gara:  partenza da Dossello di Pisogne, salita  fino a Passabocche, discesa fino alla Val Palot, salita di nuovo fino al Colle san Zeno e discesa molto guidata fino a Pezzaze.{loadposition articoli}La  “Irma”  (17,800  km)  parte  circa  1  km  più  avanti  del  solito:  salita  fino  a  Dosso  di
Marmentino, falsopiano veloce fino a bivio Lavino, discesa sporca e guidatissima fino a Mura.

La “Cavallino” (14,500 km) è stata accorciata all’inizio di circa 2 km ma resta la più insidiosa della gara con il tratto strettissimo che da Eno conduce al Passo Fobbia. Spettacolare la discesa dalla località Perlonch fino all’arrivo a Treviso Bresciano.

La “Pertiche” (26,500 km) è stata allungata in partenza di circa 1 km: tornerà a essere la Prova  che  “fisserà”  la  classifica  finale  (è  l’ultima  in  programma).  Salita  molto guidata  fino all’inversione di Livemmo, discesa veloce fino a Forno Ono, salita “di potenza” con tanti allunghi fino a Ono Degno e di nuovo discesa fino a Levrange.

Un  gradito  ritorno è  rappresentato dalla  “Moerna”  (14  km),  che non era  disputata  da qualche anno: con partenza a Capovalle, la PS sfrutta la discesa finale della Prova omonima e poi sale fino a Turano, Persone e Moerna, in un susseguirsi di tratti veloci in falsopiano e di altri in salita, molto tecnici.

Leggermente accorciata la “Colle S. Eusebio” (km 1,700), la prova interamente in discesa verso Vallio Terme che sarà trasmessa in diretta televisiva, su RAI Sport 2, sabato pomeriggio».

LA PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO EUROPEO RALLY

Il Campionato Europeo Rally inizierà a Brescia in tutti i sensi: in occasione del 35° Rally 1000 Miglia, si svolgerà la presentazione ufficiale del Campionato stesso, prevista per giovedì 14 aprile alle ore 15.30, immediatamente prima della Conferenza Stampa pre-event, presso la Sala Stampa ubicata presso il Quartier Generale della gara, nella sede dell’Automobile Club Brescia.

Il programma della presentazione del Campionato prevede che molti Organizzatori delle gare europee  partecipino alla  cerimonia  di  partenza  in  Piazza  della  Vittoria:  ad  oggi,  è  certa  la presenza a Brescia dei rappresentanti del Croatia Rally, del Barum Rally, del Rallye Antibes e del Rallye du Valais.

LA LOGISTICA ESTREMAMENTE FUNZIONALE

Come lo scorso anno, tutta l’organizzazione farà capo a Brescia: Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e Centro cronometraggio saranno nuovamente presso la sede dell’Automobile Club di Brescia, in Via Enzo Ferrari a Brescia / San Polo. Il Parco Assistenza e il Rally  1000 Miglia Village  saranno allestiti anche nel 2011 in via Borgosatollo, nell’area solitamente destinata agli spettacoli itineranti, prospiciente la rotatoria del casello autostradale di Brescia Centro dell’autostrada A4.{loadposition articoli}IL PROGRAMMA DI GARA

Giovedì 14 Aprile, dopo lo shakedown a Gavardo, fissato dalle ore 10:00 alle ore 15:00, il programma prevede la partenza “tecnica” dal Parco Assistenza di Via Borgosatollo alle 18:31. Partenza e arrivo della gara avranno luogo nel cuore di Brescia, in Piazza della Vittoria, rispettivamente nelle serate di Giovedì 14 e di Sabato 16 Aprile.

Si  tratta  della  conferma  più  importante, dovuta  al  notevole  successo  di  pubblico  della passata  edizione  e  alla  sensibilità dell’Amministrazione Comunale e  di  Brescia  Mobilità,  nel rispetto della tradizione di una corsa dal nome leggendario.

In occasione della cerimonia di partenza dalla pedana in Piazza della Vittoria (giovedì 14 aprile, dalle 18.45 circa), gli equipaggi saranno presentati agli spettatori: grazie ad un apposito tempo “di neutralizzazione”, infatti, ciascuna vettura sosterà per circa mezz’ora nel centro della città. Sarà un appuntamento che restituirà al Rally 1000 Miglia e alla Piazza l’atmosfera delle grandi corse di un tempo, quando i piloti incontravano appassionati e ammiratori per autografi, incoraggiamenti e interviste. Dal centro di Brescia, le vetture in gara si dirigeranno verso la consueta Prova Spettacolo d’apertura in programma dalle ore 20.00 a Castrezzato, sulla pista dell’Autodromo di Franciacorta.

Nelle due giornate successive, Venerdì 15 e Sabato 16 Aprile, la corsa prenderà il via dal Rally 1000 Miglia Village di Via Borgosatollo: rispetto allo scorso anno il percorso di gara e le “piesse” lungo le strade già protagoniste di epiche edizioni del rally hanno subito, come detto, alcune variazioni.

Nel  disegnare il  percorso dell’edizione 2011  si  è  cercato di  ascoltare e  di  soddisfare le esigenze del territorio, optando per una rotazione dei centri attraversati dalla gara, tenendo conto delle richieste di passaggio ricevute da molte Amministrazioni Comunali della provincia e cercando, allo stesso tempo, di non provocare disagi alla popolazione. Quest’anno, l’alto lago d’Iseo e la bassa Valle Camonica sono stati privilegiati rispetto al Lago di Garda.

Dalle 18:35 di sabato pomeriggio, i concorrenti inizieranno ad arrivare ai piedi della pedana di Piazza della Vittoria, sulla quale i vincitori riceveranno i trofei, bissando l’affollata cerimonia di premiazione dello scorso anno.

www.rally1000miglia.it