mosca_2710

Monza Racing – EN PLEIN A VALLELUNGA

Un week end perfetto. Così si può sintetizzare la partecipazione di Eugenio Mosca, al volante della BMW M3 3.2 della scuderia Monza Racing gestita dal team GTM Motorsport, all’ultimo round della M3 Revival Cup andato in scena nel fine settimana sulla pista di Vallelunga. Dati alla mano: miglior tempo nei due turni di prove libere, pole position, vittoria e giro più veloce in entrambe le gare!
Nelle tre settimane di intervallo successive alla gara di Imola, dove Crespi aveva ottenuto il 3° posto in gara 1 mentre Mosca era stato eliminato da una toccata mentre si trovava al comando in gara 2, il team GTM Motorsport, che aveva ricevuto la vettura solo il giorno precedente, oltre a riparare i danni causati dall’urto ha ribaltato come un calzino l’assetto della M3 Monza Racing per adattarlo alle esigenze degli pneumatici “semislick” Avon, trasformando quella che sul tracciato in riva al Santerno pareva una “bomba pronta ad esplodere ad ogni curva” in un purosangue pronto a farsi condurre docilmente lungo le pieghe e i saliscendi del tracciato capitolino. Affinamenti completati in pista durante i due turni di prove libere nella mattinata di sabato, che consentivano al pilota monzese di stampare il miglior tempo in qualifica subito al secondo giro, prima di venire centrato nella fiancata da un altro concorrente, poi prontamente scusatosi per l’involontario errore, e di doversi fermare per la rottura della cinghia che aziona idroguida e pompa dell’acqua.
Al via di gara 1 Eugenio Mosca faceva pattinare troppo le gomme, probabilmente non scaldate a sufficienza, e veniva superato da Federico Borret. Il pilota monzese riprendeva la testa della corsa a metà del primo giro con un sorpasso alla Trincea, inanellando una serie di giri veloci che gli consentivano di prendere un buon margine di vantaggio sugli inseguitori, Roberto del Castello e lo stesso Borret che completeranno poi il podio nell’ordine, da amministrare nei giri finali.
Alla partenza di gara 2 Mosca non si faceva sorprendere prendendo subito il comando delle operazioni all’ingresso del Curvone veloce. Con un paio di giri veloci in sequenza il pilota Monza Racing guadagnava un piccolo ma prezioso vantaggio su Roberto del Castello, che dopo la metà gara quando accusava un calo di pneumatici (gli stessi della gara di Imola) gli consentiva di controllare nel finale il ritorno dell’esperto e veloce pilota abruzzese che chiude staccato di poco più di un secondo. A completare il podio Gustavo Sandrucci.
Con questo bottino pieno si chiude la stagione 2014 di Eugenio Mosca e della scuderia Monza Racing, anche se non sono del tutte escluse delle sorprese…