1000_miglia_arrivo_2010

AL 35° RALLY 1OOO MIGLIA SI PROSPETTA UNA SFIDA “STELLARE”

E’ partito la settimana scorsa dal Rally del Ciocco, in provincia di Lucca, il Campionato Italiano Rally numero cinquanta. Con la vittoria di Paolo Andreucci e della Peugeot è dunque iniziata la lunga rincorsa al titolo tricolore, mentre quella continentale, come è consuetudine da qualche anno a questa parte, scatterà con il 35° Rally 1000 Miglia,  in programma tra due settimane. Il Campionato Europeo prenderà il via dalla gara che nel 2010 ha meritato il riconoscimento quale “Best European Rally Championship Organizer 2010”, quindi la migliore gara in assoluto del Campionato continentale dell’anno passato, un vanto per tutto l’automobilismo nazionale.
 
LA “PRIMA” CONTINENTALE” PROMETTE UN PLATEAU DI SFIDANTI DI ALTO LIVELLO
Per domani, sabato 2 aprile, è fissato il termine ultimo per ricevere le domande di iscrizione, che stanno arrivando in numero considerevole all’Ufficio Sportivo dell’Automobile Club Brescia. Non è ancora quindi pronto l’elenco iscritti, ma già si possono fare alcune considerazioni sulla portata dell’evento. Alla data odierna, le vetture di categoria “Super 2000” sono già ben 22 e a queste potrebbero aggiungersi 2 “Regional Rally Car”, la versione ridotta delle nuove World Rally Car 1600 con il turbo e flangiatura da 30 mm. Potrebbero infatti venire confermate le Mini John Cooper Works 1.6 T di Andrea Perego (che ha già debuttato al Rally del Ciocco) e di Piero Longhi.
Proseguendo con i “numeri, sono 13 al momento le vetture 2000 c.c. “produzione” turbocompresse, vale a dire quelle di categoria N4: oltre alle Mitsubishi Lancer Evo IX ed Evo X ed alle Subaru Impreza Sti, da quest’anno ci sono anche le Renault Megane.
La presenza del Trofeo Renault Clio R3 Top costituirà certamente la spina dorsale dell’elenco iscritti e, comunque, del Gruppo R3: le New Clio Sport R3 già iscritte sono infatti 17 e altre 16 vetture della Casa della losanga saranno sicuramente al via, distribuite in 8 Clio RS N3 ed ulteriori 8 Twingo Gordini.{loadposition articoli}Le vetture R3T (Abarth 500 + Peugeot 207 + Citroen DS3) sono 6 in totale ed è atteso l’arrivo delle iscrizioni dell’accoppiata ufficiale Citroen, composta dai giovani Simone Campedelli e Andrea Crugnola, con le nuovissime DS3 R3.
Tra gli iscritti all’ERC 2011 che hanno già perfezionato la loro iscrizione alla gara bresciana figurano al momento ben sette piloti italiani, tra cui il Campione in carica Luca Rossetti (secondo assoluto al Rally del Ciocco), Renato Travaglia, già Campione d’Europa nel recente passato, poi Luca Betti, Alessandro Perico, Piero Longhi ed i giovani Stefano Albertini e Giovanni Vergnano. Sono inoltre attese le iscrizioni di Corrado e di Luigi Fontana.
Tra gli stranieri, è certa la presenza dei polacchi Michal Solowow e Maciej Oleksowicz (entrambi al volante di Ford Fiesta S2000), del bulgaro Dimitar Iliev (Skoda Fabia S2000), del ceko Antonin Tlustak Skoda Fabia S2000), dello slavo Rok Turk (Peugeot 207 R3T) e del francese Mathieu Biasion (Renault New Clio R3). Sinora una sola volta il Rally 1000 Miglia è stato “espugnato” da uno straniero: fu nel 2003, quando vinse il portoghese Miguel Campos al volante di una Peugeot 206 WRC.
Per la corsa al titolo tricolore, invece, tutti confermati coloro che hanno animato la prima sfida al Rally del Ciocco della scorsa settimana: dal vincitore Paolo Andreucci al già nominato Luca Rossetti, all’aostano Elwis Chentre, al veronese Umberto Scandola al plurititolato Gianfranco Cunico, che detiene il record di successi a Brescia (ben sei allori). Poi il toscano Rudy Michelini, il bergamasco Alessandro Perico, i campani Maurizio Angrisani e Fabio Gianfico: tutti questi sono soltanto alcuni nomi di una lista che si preannuncia lunga ed oltremodo qualificata.
 
LA PRESENTAZIONE DEL CAMPIONATO EUROPEO RALLY
Il Campionato Europeo Rally inizierà a Brescia in tutti i sensi: in occasione del 35° Rally 1000 Miglia, infatti, si svolgerà la presentazione ufficiale del Campionato stesso, prevista per giovedì 14 aprile alle ore 15.30, immediatamente prima della Conferenza Stampa pre-event, presso la Sala Stampa ubicata presso il Quartier Generale della gara nella sede dell’Automobile Club Brescia. Il programma della presentazione del Campionato prevede poi la presenza di molti Organzzatori in Piazza della Vittoria, in coincidenza con la cerimonia di partenza: ad oggi, è certa la presenza a Brescia dei rappresentanti del Croatia Rally, del Barum Rally, del Rallye Antibes e del Rallye du Valais.
 
UNA GARA CHE REGALA SENSAZIONI FORTI
Il 35° Rally 1000 Miglia sarà proposto con una veste in parte nuova, pur conservando alcune delle caratteristiche che nel recente passato l’hanno visto sempre più apprezzato da addetti ai lavori ed appassionati. Anche per il 2011, il Comitato Tecnico che affianca il Comitato Organizzatore ha creato un percorso di alto livello, che si richiama alla tradizione ed allo stesso tempo guarda al rinnovamento, pronto come ogni anno ad accendere le sfide più esaltanti. Dotato di una logistica funzionale, per far lavorare al meglio tutti coloro che vi graviteranno intorno e per permettere al folto pubblico di essere vicino ai propri idoli, sarà dunque una gara in linea con le esigenze dei rallies del terzo  millennio.{loadposition articoli}
Partenza e arrivo della gara avranno luogo nel cuore di Brescia, in Piazza della Vittoria, rispettivamente nelle serate di Giovedì 14 e di Sabato 16 Aprile. Si tratta della conferma più importante, dovuta al notevole successo di pubblico della passata edizione ed alla sensibilità dell’Amministrazione Comunale e di Brescia Mobilità, nel rispetto della tradizione di una corsa dal nome leggendario.
 
LA LOGISTICA ESTREMAMENTE FUNZIONALE
Come lo scorso anno, tutta l’organizzazione farà capo a Brescia: Direzione Gara, Segreteria, Sala Stampa e Centro cronometraggio saranno infatti nuovamente presso la sede dell’Automobile Club di Brescia, in Via Enzo Ferrari a Brescia / San Polo. Il Parco Assistenza ed il Rally 1000 Miglia Village saranno allestiti anche nel 2011 in via Borgosatollo, nell’area solitamente destinata agli spettacoli itineranti, prospiciente la rotatoria del casello autostradale di Brescia Centro dell’autostrada A4.
 
IL PROGRAMMA DI GARA
Giovedì 14 Aprile, dopo lo shakedown a Gavardo, previsto dalle ore 10:00 alle ore 15:00, il programma prevede la partenza “tecnica” dal Parco Assistenza di Via Borgosatollo alle 18:31. Poco più tardi, in Piazza della Vittoria, si terrà la cerimonia di partenza dalla pedana ufficiale, sulla quale gli equipaggi saranno presentati agli spettatori. Grazie ad un apposito tempo di neutralizzazione, ciascuna vettura sosterà per circa mezz’ora nel centro della città: si tratterà di un appuntamento che restituirà al Rally 1000 Miglia e alla Piazza l’atmosfera delle grandi corse di un tempo, quando i piloti incontravano appassionati e ammiratori per autografi, incoraggiamenti e interviste.
Dal centro di Brescia, le vetture in gara si dirigeranno verso la prima novità del Rally 1000 Miglia 2011: la consueta Prova Spettacolo d’apertura tornerà infatti a Castrezzato, sulla pista dell’Autodromo di Franciacorta.
Nelle due giornate successive, Venerdì 15 e Sabato 16 Aprile, la corsa prenderà il via dal Rally 1000 Miglia Village di Via Borgosatollo: rispetto allo scorso anno il percorso di gara e le “piesse” lungo le strade già protagoniste di epiche edizioni del rally hanno subito alcune variazioni.
Nel disegnare il percorso dell’edizione 2011 si è cercato infatti di ascoltare e soddisfare le esigenze del territorio, optando per una rotazione dei centri attraversati dalla gara, tenendo conto delle richieste di passaggio ricevute da molte Amministrazioni Comunali della provincia e cercando, allo stesso tempo, di non provocare disagi alla popolazione. Quest’anno, l’alto lago d’Iseo e la bassa Valle Camonica sono stati privilegiati rispetto al Lago di Garda.
Venerdì 15 Aprile le prove saranno la “Acquebone”, una novità assoluta per il CIR poiché mai disputata al Rally 1000 Miglia (era una Prova del Rally Valcamonica quando questo era valido per il Campionato Italiano 2RM), la “Colle San Zeno” (la più lunga della gara, con ben 32,5 km.) e la classica “Irma”, tutte da ripetere due volte.
Sabato 16 aprile sarà la volta della “Cavallino”, della “Moerna” (che mancava da qualche anno, anche se la prima parte è costituita dalla discesa della prova di “Capovalle”) e della “Pertiche”, anch’esse da percorrere due volte, oltre alla “Colle S. Eusebio”, la prova più corta, da disputare una sola volta a favore delle telecamere della RAI, che la trasmetterà in diretta su RAI Sport.
 
Dalle 18:35 di sabato pomeriggio, i concorrenti inizieranno ad arrivare ai piedi della pedana di Piazza della Vittoria, sulla quale i vincitori riceveranno i trofei, bissando l’affollata cerimonia di premiazione dello scorso anno.
 
MOLTE LE VALIDITà IN CAMPO
Oltre alle titolazioni continentale ed italiana, ed alla validità per la Coppa d’Europa per vetture a due ruote motrici, il 35° Rally 1000 Miglia sarà valido anche per il Campionato Italiano per vetture di Produzione, per il tricolore Junior e per il Challenge Rally Nazionali di Zona 2, con coefficiente doppio.
Inoltre, a conferma dell’importante palcoscenico che solo la gara della Freccia Rossa sa proporre, ben tre Case automobilistiche hanno previsto i loro trofei promozionali: sono il Trofeo Mitsubishi Evolution Cup, il Trofeo Abarth 500 Rally ed il Trofeo Renault Clio R3 Top.

NELLA FOTO: i festeggiamenti all’arrivo nel 2010 (foto by Bettiol)