DaZanche 2602

DA ZANCHE APRE L’EUROPEO AL RALLY DI SPAGNA

Il pilota valtellinese della Piacenza Corse già a Madrid per il debutto nella serie il 28 febbraio e 1° marzo al volante della Porsche 911 by Pentacar, navigato dall’esperto tiranese Oberti: “Niente è scontato in questo difficile impegno, daremo tutto per portare a casa punti importanti” Scatta l’avventura nel Campionato Europeo Rally auto storiche per Lucio Da Zanche e la Porsche 911 RSR. Dopo le stagioni nel Campionato Italiano, culminate con due titoli tricolori assoluti, il 2014 del campione di Bormio si aprirà il 28 febbraio e 1° marzo al Rally di Spagna Storico nei pressi di Madrid. Sulla rossa Porsche preparata dal team Pentacar di Colico, Da Zanche affronterà il primo round dell’Europeo FIA con al fianco un altro valtellinese, l’esperto navigatore di Tirano Giulio Oberti. Lucio è in Spagna da inizio settimana, dopo che era stato il Panathlon Sondrio a inaugurare idealmente la sua nuova stagione agonistica, nella serata organizzata all’agriturismo la Fiorida che ha visto premiati i più meritevoli sportivi 2013 della Valtellina e l’entrata di sei nuovi soci sportivi, tra cui appunto il pilota di Bormio.

Da venerdì, però, si torna a pigiare sull’acceleratore. La partenza dal palco dell’evento spagnolo è prevista ad Avila alle 17 con arrivo sempre ad Avila esattamente 24 ore dopo a fronte di 522 chilometri di rally, di cui 144 di prove speciali, in totale otto. Venerdì la prima tappa ne prevede quattro (le PS “El Herradon” e “Arrebatacapas”, rispettivamente di 10,8 e 16,3 chilometri, da ripetere due volte ciascuna, con il secondo giro in notturna), mentre sabato la seconda tappa si concluderà dopo la disputa degli altri due percorsi, sempre da ripetere: le PS “Mijares” e “Serranillos”, di 20,1 e 24,9 chilometri.

“Siamo giunti in Spagna pronti alla nuova avventura – dice Da Zanche -; per me questa gara rappresenta una novità, quindi nulla potrà essere scontato in questo difficile impegno. Dovremo dimostrarci capaci di massimizzare ogni particolare e soprattutto rimanere sempre concentrati, evitando errori e sbavature. Alla vigilia di questa grande sfida mi sento anche emozionato e sono in piena forma. Vedremo ciò che ne penserà il cronometro dopo le prove speciali, di sicuro insieme alla squadra ce la metteremo tutta per inaugurare l’Europeo portando a casa punti importanti per il proseguo del campionato.”

Sotto le insegne della Piacenza Corse, al momento l’equipaggio lombardo ha confermato la propria presenza ai primi quattro round della serie continentale. La seconda prova sarà il Rally Costa Brava, poi scoccherà l’ora del Rally di Sanremo e a maggio sarà la volta del Rally d’Irlanda. Sarà fondamentale conseguire quanti più punti possibile per riuscire a programmare al meglio la parte centrale del 2014, valutando eventuali ulteriori impegni prima del rush finale con le prove classiche di fine stagione (due in Italia: in Friuli con l’Alpi Orientali e all’Elba).