nido 1402

TORNA IL NIDO DELL’AQUILA

Grazie ad una sinergia tra PRS Group, Comune di Nocera Umbra e Radio Subasio, il prossimo giugno si riaccenderanno i motori per far rivivere una delle competizioni italiane più amate. Sarà una gara con . . . due gare, che si chiamerà “Il Nido dell’Aquila Event 2014”. Il progetto è pluriennale. Gli appassionati, gli estimatori de “Il Nido dell’Aquila” lo segneranno subito in agenda. A Tratto marcato. Ma lo segneranno anche gli addetti ai lavori e sicuramente anche molti driver. Il 21 e 22 giugno torna IL NIDO DELL’AQUILA, la cronoscalata di Nocera Umbra (Perugia), l’indimenticata competizione che scala il Monte Pennino, portando i concorrenti ad oltre 1500 metri di quota in circa 9 chilometri di alto livello tecnico. Una gara che agli inizi degli anni novanta, nelle passate edizioni proposte, tracciò un segno indelebile nell’automobilismo italiano, essendo la grande novità di una salita su fondo sterrato.

IL NIDO DELL’AQUILA, la “Pikes Peak” italiana, come venne battezzata alla sua nascita in quanto ricorda la famosa gara in Colorado, torna con forza, peraltro portando con sé anche l’estate. Lo farà con un nuovo staff organizzativo, con stimoli rinnovati ed una grande voglia di guardare lontano, essendoci le basi per tracciare una strada importante con un accordo pluriennale siglato con l’Amministrazione Comunale di Nocera Umbra.

Nei giorni scorsi vi è stato un accordo tra PRS Group, che ne curerà la parte organizzativa, il Comune di Nocera Umbra ed anche con l’emittente radiofonica Radio Subasio. Si sono tracciate le linee importanti per una sinergia che vuole riaffermare la corsa in un contesto non solo nazionale e per questo, per l’edizione “del ritorno” si è pensato di proporla in doppia veste, chiamandola IL NIDO DELL’AQUILA EVENT 2014.

Perché di vero e proprio evento si tratta, proponendo due competizioni distinte: da una parte la cronoscalata riservata agli specialisti e dall’altra un Rally Ronde, quindi due gare in una che possono coesistere senza particolari difficoltà, certamente concertando al meglio spazi, tempi ed orari. Con l’intento di proporre la gara ad un ampio respiro di piloti.

La macchina organizzativa si è messa in moto in questi giorni, vista l’atipicità dell’evento si dovranno definire molti dettagli, l’idea di massima è quella di prevedere prima l’impegno dei rallisti ed a seguire quello degli scalatori in quella che sarà capace di diventare una vera e propria festa dei motori.

Nocera Umbra sarà il cuore dell’evento: vi saranno le verifiche, la partenza, il parco partenza della cronoscalata, il Parco di Assistenza ed i riordini per i rallisti, oltre all’arrivo.