Gerber_2506

24H Le Mans – AF Corse

E’ un bilancio a tinte contrastanti quello che emerge al termine della 24 Ore di Le Mans per le Ferrari 458 Italia di AF Corse. Da un lato, il risultato che non sorride alle 458 impegnate nella categoria PRO; dall’altro, il doppio podio conquistato nella categoria AM grazie alle splendide prestazioni degli equipaggi composti da Piergiuseppe Perazzini-Lorenzo Casè-Darryl O’Young e da Jack Gerber-MarcoCioci-Matt Griffin. GTE PRO ­ Che la gara sarebbe stata difficile per le Ferrari lo si era capito fin dalle premesse: il “balance of perfomance” imposto era decisamente sfavorevole per le vetture che hanno dominato la 24 Ore di Le Mans 2012. Durante la gara, poi, una serie di eventi poco fortunati ha condizionato ancora di più il risultato finale. Sotto la bandiera a scacchi, il miglior piazzamento per le Ferrari PRO è il quinto posto della numero 71 con l’equipaggio composto da Kamui Kobayashi, Toni Vilander ed Olivier Beretta (JPN/FIN/MCO). Una posizione più giù, troviamo la Ferrari 458 Italia numero 51 guidata da Giancarlo Fisichella, Gianmaria Bruni e Matteo Malucelli (ITA/ITA/ITA). GTE AM ­ Diverse le cose nella categoria AM dove due delle tre Ferrari schierate da AF Corse hanno centrato l’ambito podio. Piergiuseppe Perazzini, Lorenzo Casè e Darryl O’Young (ITA/ITA/HKG) chiudono al secondo posto sulla loro Ferrari 458 Italia GT2 numero 55. Al terzo posto, la Ferrari 458 Italia GT2 numero 61 guidata da Jack Gerber, Marco Cioci e Matt Griffin (ZAF/ITA/IRL). Entrambe le vetture hanno lottato a lungo per la potenziale leadership con la Porsche numero 76 (quella che, al termine dei giochi, ha vinto la categoria), tagliando la bandiera a scacchi con un distacco contenuto. Nel complesso, un doppio risultato da incorniciare. Un incidente, successo nella dodicesima ora di gara, ha compromesso la gara di Howard Blank, Yannick Mallegol e Jean Marc Bachelier (USA/FRA/FRA) sulla Ferrari 458 Italia GT2 numero 54; nonostante non abbiano tagliato il traguardo, i tre hanno chiuso in undicesima posizione. C’è rammarico per la Ferrari 458 Italia GT2 numero 81 di 8Star Motorsporsts ­ gestita tecnicamente da AF Corse – con l’equipaggio composto da Enzo Potolicchio, Rui Aguas, Jason Bright (VEN/POR/AUS). Questi piloti erano tra i favoriti alla vittoria di categoria AM ma l’esplosione di una gomma, nella prima metà di gara, con successiva rottura di alcune parti della macchina hanno costretto una sosta di 30 minuti al box prima di riuscire a ripartire. Alla fine della gara, nona piazza. In campionato (la 24 Ore di Le Mans rientra nel FIA World Endurance Championship), la lotta è più che mai aperta. Ferrari è seconda tra i costruttori GT con 116 punti (2 in meno di Porsche), mentre AF Corse è in terza posizione con 60 punti (Porsche Team Manthey ne ha 74). Il campionato riprende il prossimo 1 settembre sul circuito di San Paolo, in Brasile.