Niccolo_1605

Pole e podio per Niccolò Schirò a Jerez

Week-end dal doppio volto quello di Niccolò Schirò in occasione del quarto round del GT Open andato in scena questo fine settimana sulla pista di Jerez de la Frontera.‭ ‬Il‭ ‬diciannovenne lombardo dopo una buona giornata di prove libere sulla torrida pista andalusa,‭ ‬ha saputo raccogliere il massimo potenziale dalla propria Porsche‭ ‬997‭ ‬del team Drivex,‭ ‬conquistando la pole position nel primoturno di qualifica disputato il sabato mattina.‭ ‬Con‭ ‬il tempo di‭ ‬1‭’‬43‭”‬599‭ ‬Niccolò si è issato al vertice della graduatoria andando così a precedere i piloti in lotta per il campionato assoluto e i senatori delle corse Gran Turismo,‭ ‬nonostante per lui questa sia la sua prima stagione di apprendistato con le ruote coperte.‭ ‬Al‭ ‬via della corsa Niccolò ha evitato inutili contatti che avrebbero portato a vanificare la corsa come già successo in Germania,e si è così instaurato in terza posizione.‭

‬Per tutta la corsa Niccolò ha tenuto il passo del leader,‭ ‬e nelle fasi di pit-stop ha potuto sfruttare le penalità degli altri concorrenti.‭ ‬Salito il compagno Archie Hamilton dopo il rifornimento,‭ ‬la vettura ha‭ ‬continuato ad avere un buon passo,‭ ‬quando purtroppo a pochi minuti dalla fine l‭’‬inglese ha dovuto parcheggiare la vettura,‭ ‬in fiamme per la rottura del propulsore,‭ ‬il cui olio fuoriuscito ha bruciato il posteriore.‭ ‬La direzione gara ha‭ ‬esposto bandiera rossa e quindi per Schirò è arrivato un meritato terzo posto che ha ripagato la squadra e il giovane italiano degli sforzi fatti in questo inizio di stagione.‭ ‬Purtroppo,‭ ‬a causa dei danni riportati,‭ ‬l‭’‬equipaggio italoinglese non potrà prendere parte alla seconda corsa in programma domenica.‭ ‬

Niccolò Schirò‭
‬“Sono molto contento di aver conquistato la mia prima pole position nel GT Open su una pista tecnica e difficile‭ ‬ come‭ ‬quella di Jerez.Penso‭ ‬di aver dimostrato di‭ ‬essere cresciuto molto e in fretta in questo inizio di stagione,‭ ‬la mia prima con le ruote coperte,‭ ‬e dopo un crescendo costante siamo arrivati ad occupare il vertice della classifica.In‭ ‬gara siamo sempre stati veloci ed il‭ ‬podioè un risultato meritato.‭ ‬Purtroppo‭ ‬la rottura del motore ha vanificato la possibilità di prendere il via alla seconda corsa,‭ ‬dove avremmo potuto lottare per qualche altro punto in‭ ‬campionato.‭ ‬Voglio ringraziare il team per il supporto datomi e per aver creduto in me,‭ ‬come anche i miei sponsor e la mia famiglia,‭ ‬senza il cui‭ ‬aiuto non sarei qui adesso a festeggiare questo risultato.‭ ‬Il terzo posto di Jerez però non è un punto di arrivo,‭ ‬ma solo la prima tappa di una,‭ ‬spero,‭ ‬ancora lunga serie di soddisfazioni‭”‬.