Cubeda_0906

CUBEDA CORSE FA CENTRO A FASANO

Nel quarto round del CIVM le super prestazioni di Domenico Cubeda (Radical SR4) e Giuseppe Aragona (Peugeot 106) regalano al team catanese due grandi vittorie di classe e podi di gruppo. Obiettivo massimo raggiunto dalla Cubeda Corse alla 56° Coppa Selva di Fasano, dove nel weekend si è svolto il quarto round del CIVM. Per la scuderia catanese sono arrivate due affermazioni di grande valore nelle classi 1600 dei gruppi E2/B ed E1 Italia. Nel primo, tra l’altro all’esordio sull’impegnativo tracciato pugliese, è stato grande protagonista Domenico Cubeda. Il pilota etneo ha ulteriormente abbassato i già ottimi crono fatti registrare in prova al sabato con la Radical SR4 Suzuki. Con l’agile biposto dell’Autosport Sorrento Cubeda è anche riuscito a piazzarsi davanti a motorizzazioni più potenti sia in gara-1 che in gara-2 e oltre a vincere la classe E2/B 1600 questo risultato gli ha consentito di festeggiare sul podio il terzo posto di gruppo e di entrare nella top-ten generale della gara, conclusa all’ottavo posto assoluto.

Obiettivo di classe 1600 centrato tra le elaborate vetture Turismo e GT di gruppo E1 anche per l’altro portacolori della Cubeda Corse impegnato a Fasano: la new-entry Giuseppe Aragona. Il cosentino di Castrovillari, felicissimo a fine gara, si è reso protagonista di una corsa entusiasmante al volante della Peugeot 106 che cura in proprio. Il driver calabrese, tra l’altro residente proprio in Puglia, a Bari, non è nuovo a exploit del genere, ma si è superato cogliendo non solo il successo di classe ma addirittura concludendo sul podio grazie a un sorprendente terzo posto di gruppo preceduto soltanto da due velocissime auto come Ferrari 550 e Alfa Romeo 155 ex DTM.

I due alfieri della Cubeda Corse hanno quindi fatto il pieno di punti di classe per il CIVM ma anche un bel passo avanti nelle classifiche del TIVM. La cronoscalata brindisina, infatti, per il Trofeo Italiano, obiettivo che entrambi i portacolori del team hanno già centrato nelle scorse stagioni, assegnava un punteggio maggiorato a coefficiente 1,5.