beretta_0206

GT Open International: la vittoria di Cameron-Griffin in ricordo di Pietro

Duncan Cameron (GB) e Matt Griffin (IRL), su Ferrari 458 Italia GT2, vincono la loro seconda gara – su due round a cui hanno preso parte con AF Corse – nel GT Open International 2013. Sul podio del Nurburgring, però, non c’è festa o champagne: il pensiero è rivolto a Pietro Stragliati, collaboratore del team italiano che ha perso la vita in un incidente nel pomeriggio di giovedì , proprio al Nurburgring. Amato Ferrari e tutto il team AF Corse sono vicini alla famiglia di Pietro in questo momento terribile.

Tornando, seppur con fatica, alle cronache sportive, dopo aver perso un paio di posizioni in partenza di gara 2 (in griglia erano secondi), Cameron e Griffin risalgono la classifica con giri veloci e costanza. Al termine della finestra dei pit stop, la loro Ferrari guadagna la testa della graduatoria assoluta, mantenendola fino alla fine per poi chiudere gara 2 davanti a Ramos e Montermini. Nella gara di ieri, sabato 1 giugno, Cameron e Griffin finiscono in quarta piazza tra le vetture Super GT. Per quanto riguarda le altre Ferrari 458 Italia schierate da AF Corse sulla pista tedesca, Claudio Sdanewitsch (DE) e Michele Rugolo (ITA) si piazzano in 13° e 9° posizione di categoria GTS al termine del doppio appuntamento tedesco. Matteo Beretta (ITA) e Micheal Lyons (GB) sono 9° in gara 1 tra le vetture GTS. In gara 2, in piena lotta per le posizioni di alta classifica, la vettura dei giovani piloti è stata tamponata; da qui, il ritiro. Incidente in partenza di gara 1 per la Ferrari 458 Italia GT2 di AT Racing (gestita tecnicamente da AF Corse), con Alexander Talkanitsa ed Alexander Talkanitsa Junior (BY/BY) alla guida. Dopo una veloce riparazione ai box, la vettura è tornata in pista chiudendo 6° posizione tra le Super GT. In gara 2, la Ferrari numero 1 ha chiuso in 5° posizione di categoria.