palma_0206

E SONO DUE… DOPO L’APERTURA DI MONZA AMICI SI IMPONE ANCHE A SILVERSTONE

È stata una domenica all’insegna dei piloti sotto l’egida della iFast Management, reduci dal duplice terzo appuntamento del Lamborghini Blancpain Super Trofeo, andato in scena sul tracciato di Silverstone. Un fine settimana, nel complesso, che ha regalato emozioni e continui colpi di scena. Andrea Amici, infatti, quest’oggi ha recitato il ruolo di gran mattatore di giornata centrando la vittoria in una selettiva gara 2, facendo così il paio con il primato già ottenuto a Monza, tappa inaugurale del monomarca riservato alle veloci Gallardo LP570-4 Evoluzione. Il 19enne di Ardea è stato aggressivo sin dallo start e, pur partendo dall’ottava fila della griglia, già al secondo giro guadagnava la quarta posizione. Un risultato provvisorio congelato poco dopo dall’ingresso della safety-car (presenza di detriti sull’asfalto per l’incidente di Alessandro Bortesi) e dal successivo regime di bandiera rossa.

Alla ripartenza, il portacolori del team Imperiale Racing ha avuto la meglio su Svendsen-Cook portandosi terzo. Le carte sono state, ulteriormente, rimescolate dopo i pit-stop obbligatori tanto che Amici, una volta rientrato in pista, è passato al comando mantenendo saldamente la leadership fino alla bandiera a scacchi. Dopo la sfortuna patita nel match del sabato (una foratura alla gomma posteriore sinistra quando era in testa al gruppo), il driver laziale si è, così, ampiamente rifatto.

Performance di rilievo anche per Andrea Palma e Roberto Tanca che, scattati dal fondo dello schieramento di partenza (ventesimi), hanno concluso 9° al termine di una gran rimonta, archiviando così il primo incontro di ieri, inficiato da continui problemi di natura elettrica.

Il binomio della iFast Management, infatti, si è ritrovato 11° già nel corso della seconda tornata. Alla ripresa della corsa, dopo la lunga sospensione, gli esperti Palma-Tanca hanno ancora scalato la classifica. Effettuato l’ingresso ai box per il cambio di guida, gli alfieri del team Imperiale Racing hanno tenuto botta chiudendo, appunto, noni.